Premio Terre del negroamaro 2011

Pubblicato il 18 agosto 2011

0


La più grande degustazione di vini a base negroamaro + piatti tipici del Salento si svolgerà a Guagnano, nel cuore delle Terre del Negroamaro il 19 Agosto 2011, venerdì – Opening: 21:30

 

PREZZI

5,00 € – degustazioni vino di ogni cantina + calice;

3,00 € – gastronomia

Saranno presento quasi tutte le migliori cantine del Salento come: Cantele, Feudi di Guagnano, Taurino, Eméra Tenute, Paolo Leo, Cantina Coop. Enotria di Guagnano, Candido, Cantina di San Donaci, Cantine Due Palme, Scippa Stefanizzo e Lucio Leuci). Le aziende gastronomiche locali (Fa.Ro.Mi., L’Aja Noa, La Favorita, Nuova Macelleria Equina, Delizie di Latte, Osteria Carù, Il Giardino del Re, Cotto & Mangiato, Baccanera e L’Orecchietta).

 

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il programma della serata A partire dalle 21.00, degustazioni Enogastronomiche, concerti e mostre d’arte accompagneranno il visitatore in un suggestivo percorso disegnato lungo i vicoli del centro cittadino. Il cuore della manifestazione sarà piazza Maria SS. del Rosario: la Chiesa Madre farà da sfondo al palco centrale, su cui si esibirà in apertura di serata il trio formato da Francesco Del Prete (violino elettro-acustico), Emanuele Coluccia (sax e pianoforte) e Alessandra Caiulo (voce), guidando i presenti fino al momento della premiazione.. A seguire, il concerto di Lucia Manca, giovane e raffinata cantautrice nel panorama della musica d’autore. Il Premio Terre del Negroamaro verrà consegnato quest’anno a Severino Garofano, l’enologo irpino protagonista del riscatto della viticoltura meridionale e, in particolare, di quella del nord Salento; il Premio alla Comunicazione spetterà invece a Pino De Luca, giornalista e blogger che con le sue doti comunicative pone in risalto le tipicità enogastronomiche del nostro territorio. I percorsi che si diramano dalla piazza centrale condurranno a incontri non meno affascinanti. Sarà possibile incrociare l’arte di pittori ed artisti come Cinzia Rapanà, Ambra Delle Grottaglie e Pino Laghezza, fino a godere del processo creativo vero e proprio con Mario Miccoli e l’eremita Vincent Brunetti, che dipingeranno i loro quadri dal vivo. Il frantoio ipogeo di Palazzo Tafuro aprirà per la prima volta le sue porte grazie alle installazioni di Mina D’Elia, artista di Villa Baldassarri, le cui opere spaziano dalla pittura alla scultura, dal mosaico alla videoarte. E ancora musica in via Neviera, con il ‘free jazz’ di Dell’Anna/De Tommasi/Santoro Trio che attraverso l’improvvisazione coinvolgerà lo spettatore in momenti di creazione collettiva. Poco distante, Laura Lanzilao, Franco Russo, Romolo Cennamo, Andrea Miccoli e Giuseppe Romano modelleranno l’atmosfera della zona del Calvario con sonorità rythm and blues, soul e swing, mentre la musica popolare di Valerio Daniele, Dario Muci e Mino De Santis farà vibrare Vico Garibaldi. I ragazzi dell’Istituto Comprensivo ‘Livio Tempesta’ proporranno invece un breve viaggio nella storia locale attraverso una mostra fotografica dal titolo ‘Un tuffo nella storia’, mentre il teatro delle ombre sarà protagonista nel giardino del Museo del Negroamaro con lo spettacolo ‘La lunga vita del signor Scazzamureddhu’ del Teatro delle Giravolte di Aradeo. Sempre il teatro occuperà la scena in Vico San Luigi, dove la compagnia Amalia e i suoi Amici proporrà un’inedita rivisitazione dell”Antologia di Spoon River’ di E. L. Masters. Infine, le acrobazie dei Salento Buskers sorprenderanno i visitatori nel largo antistante la cantina Feudi, in via Cellino.

 

IL DOPO EVENTO – DOPO MEZZANOTTE

il cuore pulsante della manifestazione si sposterà nel largo antistante all’Arci Rubik, facilmente raggiungibile dalla piazza centrale seguendo la strada che va in direzione Cellino. Qui ‘Terre del Negroamaro’ incrocerà una tappa de ‘Le notti del barbagianni’, rassegna musicale promossa da Arci Rubik. In apertura, ampio spazio alla band romana I Quartieri, che sorprenderà i presenti con elettronica vintage, drone, organi ed effetti di sfondo per brani scarni, ma al contempo molto ricchi. Protagonisti della serata saranno poi Casa del Mirto, band trentina caratterizzata da un mix eclettico di sonorità disco house, shoegaze e tropicale, che cederanno poi la scena a Populous, musicista elettronico salentino che vanta tra le sue collaborazioni nomi come il cantautore Giorgio Tuma, l’indie band Studiodavoli, lo sperimentatore Pierpaolo Leo e il cantante newyorkese Short Stories.

 

INFO

Sito: http://www.terredelnegroamaro.eu

Mail: info@terredelnegroamaro.eu

Tel.: 340 8942727 – 328 4368582

About these ads
Posted in: eventi, wine festival