Sangiovese visto dai francesi

Pubblicato il 6 agosto 2012

0


Ottimo ed interessante articolo apparso sul numero 563 della Revue du vin de France quello di luglio agosto, che tratta appunto del principe dei vitigni italiani: il Sangiovese. Pierre Citerne, giornalista francese, ha fatto il reportage sul vitigno toscano direttamente presso i viticoltori. Il Sangiovese interessa i francesi per la sua autenticità, per il suo legame con il terroir ( parola largamente amata dal mondo enoico d’oltralpe) e sempre più sono i clienti che chiedono notizie e bottiglie di vino dove il Sangiovese è re. Tanto da domandarsi se i super tuscans hanno ancora del fascino davanti all’autenticità di questo vitigno? Il primo fu Sassicaia, poi Ornellaia e Masseto ed adesso spinti dalla smania di questi assemblaggi sono arrivati anche dei vini che , secondo loro, non hanno nessun carattere. Ora i consumatori si sono orientati verso prodotti più identitari che si poggiano su vitigni autoctoni. Si parla anche dello scandalo del Brunello con la storia , del 2008, dove sono stati trovati vitigni non autorizzati appunto nel Brunello. Si fanno i nomi anche dei vitigni vietati che sono: Cabernet sauvignon,merlot,petit verdot. Infine arriva la degustazione con 3/4 vini degustati per ogni azienda che ha aperto le proprie porte ai giornalisti francesi.

 

Si inizia in ordine alfabetico con Castello di Argiano dove troviamo il IGT Toscana Grangiovese 2009 a 14’5/20, Rosso di Montalcino 2009 a 15/20 e d il Brunello di Montalcino 2006 a 15/20

Biondi Santi-Tenuta Il Greppo con Rosso di Montalcino 2008 a 15/20,Brunello di Montalcino 2006 a 17/20, Brunello di Montalcino 2005 a 15/20

La Cerbaiona con il Rosso di Montalcino 2007 a 14/20, Brunello di Montalcino 2005 a 16,5/20

Podere San Giuseppe con Rosso di Montalcino 2009 a 16/20, Brunello di Montalcino 2005 a 14,5/20 e il Brunello di Montalcino 2006 a 17,5/20

Fattoria Poggio di Sotto con Rosso di Montalcino 2007 a 16/20, Brunello di Montalcino  Riserva 2005 a 16/20

Case Basse con il punteggio più alto della degustazione un 18,5/20 attribuito al Brunello di Montalcino Riserva del 2005

Il Paradiso di Manfredi con Brunello di Montalcino 2006 a 17,5/20,Brunello di Montalcino 2005 a 16,5/20,Brunello di Montalcino 2004 a 16,5/20, Brunello di Montalcino 2003 a 18/20 e Brunello di Montalcino Riserva 2000 a 18,5/20

La Cerbaiola con Brunello di Montalcino 2005 a 15/20

Montevertine con IGT Toscana Pian del Ciampolo 2008 a 16/20, IGT Toscana Montevertine 2008 a 16/20, IGT Toscana Le Pergole Torte 2006 a 17/20, IGT Toscana Le Pergole Torte2006 a 17/20

Felsina Berardenga con Chianti Classico 2008 a 14,5/20, Chianti Classico Riserva Rancia 2007 a 14/20, IGT Toscana Fontalloro 2003 a 16/20

Podere Le Boncie con IGT Toscana 5 2009 a 15/20, Chianti Classico Le Trame 2008 a 16/20

Queste sono le degustazione dei produttori che hanno meglio impersonato le caratteristiche del vitigno sangiovese secondo i giornalisti francesi.

 

About these ads