I migliori Champagne per categoria

Pubblicato il 16 dicembre 2010

3


Come ogni anno la rivista francese Revue du Vin de France pubblica una loro degustazione dove assegnano un punteggio ad ogni Champagne suddiviso in categorie.

Brut sans annèe Blancs, Brut sans annèe Rosè, Cuvèes de Prestige sia di maison che di vigneron.

Iniziamo subito con i Brut sans annèe. Alla degustazione hanno tutti mandato dei campioni a d eccezzione di Moet et Chandon, per un totale di 49 bianchi e 40 rosè. Ottima la performance della maison, ancora famigliare, di Billecart Salmon che si è piazzato al primo posto sia nei bianchi che nei rosè. Ottimo anche Pol Roger che costantemente continua la sua ascesa verso l’eccellenza nella categoria Brut sans annèe.

BRUT SANS ANNEE BLANCS

1: BILLECART SALMON Brut Reserve

Generosa paletta aromatica, molto sui frutti rossi tipico Pinot Noir. Un naso giusto e molto preciso con una bocca ricca di materia e stile. 15,5/20

2: DEUTZ Brut Classic

Una bollicina leggera ed un naso molto espressivo. L’apporto dei vini di riserva gli conferisce un vigore ed una tenuta superiori mantenendo sempre una freschezza molto elegante. 15/20

3: POL ROGER Brut Reserve

La parte di ridotto al naso si stempera subito con soavi note di frutta bianca matura. Vino generoso e “mascolino” che manca ancora di armonia; diminuzione di dosaggio 14,5/20

4: LOUIS ROEDERER Brut Premier

5: VEUVE CLICQUOT carte Jaune

6: BOLLINGER Brut Special Cuvèe

7:JOSEPH PERRIER Brut Cuvèe Royale

8:PHILIPPONAT Brut Reserve royal

9: BRUNO PAILLARD Brut Premiere Cuvèe

BRUT SANS ANNEE ROSE

Ora si continua con la stessa categoria ma in Rosè.

1: BILLECART SALMON Brut Rosè

Una paletta aromatica molto fine, molto ciliegia. Vino esemplare con molto stile 15,5/20

2: BOLLINGER Brut Rosè

Futto generoso e sottile, la bocca possiede vigore, sapore ed equilibrio 15/20

3: VEUVE CLICQUOT Brut Rosé

Svela una bella maturità al naso sempre leggermente marcato dalla riduzione.Bocca molto più piena.Molto buono e finalmente all’altezza della casa in questo colore 15/20

4:VEUVE A.DEVAUX

5:JOSEPH PERRIER

6:PERRIER JOUET

CATEGORIA PRESTIGIO

Ora la categoria delle bottiglie di prestigio, dividiamo questa enorme sezione per scala di prezzo; ci sarà perciò la sezione al di sotto dei 50€, da 50 a 79€, da 80 a 120€ e più di 120€. Attenzione che i prezzi sono in Francia in enoteca.

A MENO DI 50€

1:PIERRE PETERS Brut Les Chetillons 2002

Aromi di frutta secca sottolineano un eccellente maturità.Chardonnay armonioso e fresco nel finale. Quello che aspettiamo da un Grand Cru 16,5/20

2:AGRAPART ET FILS Extra Brut L’Avizoise 2004

Aromi balsamici ampi e ricchi con una persistenza salina che si sposa a meraviglia con piatti leggermente iodati

Molto stile 16/20

3:  VEUVE A. DEVAUX Brut Rosè Cuvèe D

Bel colore salmonato, naso sottile e fragrante, bocca alla volta ampia e ricca. 16/20

DA 50 A 79€

1:JAQUES SELOSSE Brut Ay La Cote Faron

Colore dai riflessi bronzo. Naso complesso su sfumature di moka,fieno, con un tocco d’ossidazione che ci ricorda le Manzanilla dell’Andalusia. Bollicina fine e bene integrata. Ampio, intenso e molto lungo 17,5/20

2:BERECHE ET FILS Brut Instant Les Craons 2004

Chardonnay(55%) fine e minerale dalla struttura delicata e gustosa che ci ricorda un premier cru di Puligny Montrachet in un’annata molto fresca 17/20

3:AGRAPART ET FILS, Extra Brut Venus 2004

Champagne di terroir,potente,rustico, ampio, molto secco. 16,5/20

DA 80 A 120€

1: AGRAPART ET FILS Extra Brut 1998

Splendida freschezza, aromi gessosi, persistente tiene alto lo spirito minerale champenois. Annata vigorosa.17,5/20

2:VEUVE CLICQUOT Brut Grande dame 1998

Naso con note di pasticceria alle mandorle, brioche e pan pepato. Bocca fresca ed ampia molto fine 17/20

3:GEORGES LAVAL Brut Nature Les chenes 2005

Paletta aromatica molto matura concentrata su frutti rossi fragranti del Pinot. Un leggero sentore di legno. Molto fine 17/20

PIU DI 120€

1: BOLLINGER Brut Rosè Grande Anneè 2002

Naso molto maturo con sentori di fragole. La bocca allea la classe ed il volume e ci mostra una potenza senza appesantirci. La sua persistenza lo indirizza alla tavola. 19/20

2: KRUG Brut 1998

Paletta aromatica superba, alle mandorle, nocciole, agrumi concentrati, che coniugano maturità, complessità e freschezza. La bocca è piena e setosa molto delicata.19/20

3: POL ROGER Brut Sir Winston Churchill 1999

Naso dolce, pasticceria, grande finezza e grande freschezza per un 1999. la bocca è potente e non si piega mai alla facilità di un millesimo “molto abbondante” come il 1999. Mostro d’armonia 19/20

Ecco come l’equipe composta da Olivier Poussier, Michel Dovaz e Antoine Gerbelle  hanno classificato le case di Champagne. Naturalmente la classifica continua ed io per motivo di spazio non posso pubblicare tutto. Comunque sono a vostra disposizione per ragguagliarvi su ogni aspetto della classifica.

About these ads